sabato 8 maggio 2010

-----=( Tornati! )=-----

Napoli è andata bene.
La fiera era tranquilla, ma non vuota.
C'è chi ha criticato la scelta delle due sedi.
Noi, dal nostro tavolino, abbiamo visto solo gente interessata, rilassata, non stordita da folle agitate o da clamori di guerra.

Belle mostre fruibili, corridoi percorribili e pubblico comunque degno di una grande fiera nazionale. Le folle oceaniche dello scorso anno non mancavano, ma erano riservate a chi le cercava.

Lontano.

Bello.

La Stanza era come lo scorso anno.
Piena dell'entusiasmo dei piccoli.
Piena di belle realtà. Piena di bella gente.
Piena di gente.

Novità sul tavolino:

La ristampa del New Vaudeville di Giulio Bonatti.

I Fumetti in Pasta.
Con striscie di Alessandra Mastroleo, Enrico Bertelli, Andrea Mancini, Francesco Tassi, Dario Grillotti, Giulio Bonatti e Sara Morabito.

Olre a ciò, i Fumetti al metro, con tavole dei suddetti ed
Ego, Salsiccie e fagioli, Escalator
, di Giulio Bonatti.


Ringraziamo tutti i partecipanti della Stanza, in particolare i ragazzi di Ernest, quelli dell'ostello La Controra e tutti gli amici che ci sono venuti a trovare.
Ringraziamo gli organizzatori.

Adesso stiamo pensando a cose nuove.
E stiamo pensando al Crack.

4 commenti:

Alex ha detto...

A me le due sedi invece non m'hanno convinto... troppo distanti... così non ci si avvicina alla gente, ma ci si autoghettizza. Comunque è giusto che tu ci scriva il parere che va per la maggiore in Katlang. :)

Mago G ha detto...

Eh sì, anche per me è stato meglio non avere le orde di cosplayer in mezzo alle scatole!
Comunque "stiamo pensando al Crack" è un attimo ambigua come frase, metti magari il link della manifestazione, sennò si pare dei tossici :D

Sara ha detto...

Secondo me le sedi separate fumetto-games vanno bene, però come a Lucca cioè a 5 min a piedi non a 40 min di metropolitana. E soprattutto tanto fumetto era anche alla mostra d'oltremare, gli editori che richiamano più folla erano tutti là. Così sì sono create quasi due fiere parallele. L'idea in sé non era male, va rivista un po' la logistica. (PS: però si stava tanto bene senza cosplay sudaticci :))

itTASSI ha detto...

ci penso spesso anch'io al Crakke!!!